Cucina_edited.jpg

"Cucinare è come amare,

o ci si abbandona completamente

o ci si rinuncia"

 

Questa sezione rappresenta uno strumento per conoscere le proprietà e

le caratteristiche degli alimenti e per imparare ad utilizzarli, con consapevolezza, nel miglior modo possibile.

Anche durante un percorso nutrizionale di dimagrimento, è bene non perdere il gusto di mangiare e non cadere nella monotonia della 'dieta'. 


Il cibo è nutrimento non solo per il corpo ma anche per la mente!

Prenota una consulenza nutrizionale per scoprire, insieme alla tua nutrizionista, come inserire le preparazioni degli alimenti riportate in basso, al fine di costruire un piano alimentare personalizzato, bilanciato e salutare. 

Richiedi il tuo menù!

 

CECI

I ceci sono i semi della pianta erbacea

Cicer arientinum appartenente alla famiglia della Fabaceae, coltivata originariamente in Medio Oriente ma oggi presente in molti paesi del mondo tra cui l'Italia. 

Differenti per varietà, per colore, per consistenza e per sapore, i ceci sono tra i legumi più gustosi e versatili in cucina. 

PROPRIETA' NUTRIZIONALI

I ceci rappresentano un'ottima fonte di proteine vegetali di medio valore biologico, contengono acidi grassi polinsaturi tra cui l'acido linoleico utile per contrastare i processi infiammatori e abbassare la colesterolemia, sono ricchi in acido folico, potassio, ferro, magnesio, zinco e fosforo. Contengono, inoltre, molecole bioattive chiamate saponine che riducono i livello di colesterolo e trigliceridi nel sangue.

Infine forniscono una buona quantità di fibre, importanti per favorire un corretto transito intestinale. 

IN CUCINA

- lessati in zuppe, insalate, cereali

- frullati per preparare la farinata, l'hummus, i falafel, i burger 

- tostati come spuntino oppure per insaporire le vellutate e le creme

Image by Deryn Macey
 

SPINACI

Gli spinaci sono le foglie commestibili della pianta erbacea Spinacia olerecea, appartenente alla famiglia delle Chenopodiacee. Coltivati in regioni temperate, i maggior produttori degli spinaci sono Stati Uniti, i Paesi Bassi e la Scandinavia.

A secondo della varietà, le foglie di spinaci possono essere più o meno ampie e spesse. E' bene scegliere quelle che hanno un colore verde scuro, tenere e lisce al tatto.

PROPRIETA' NUTRIZIONALI

Gli spinaci sono una fonte preziosa di minerali, tra cui il potassio che è il maggior rappresentante; il ferro, invece, non è presente in elevate quantità come si credeva un tempo data la presenza di ossalati che sequestrano e rendono non assorbile tale minerale. E' consigliato, pertanto, consumare gli spinaci con alimenti ricchi di vitamina C (es. limone) che migliorano la biodisponibilità di ferro. 

Gli spinaci sono anche ricchi in vitamine, tra cui l'acido folico, che rende tale alimento utile da consumare in gravidanza e la vitamina A importante per la salute della vista.

Infine gli spinaci sono fonti vegetali di luteina, un carotenoide, e di composti fenolici che hanno la funzione di agire come antiossidanti, antimicrobici, antivirali, antifungini e come agenti protettivi.

IN CUCINA

- crudi in insalata conditi con salsa yogurt o vinaigrette

e accompagnati da agrumi come arancia e pompelmo

- cotti in padella come contorno di piatti di carne e di pesce

- cotti e frullati in vellutate, creme e polpette vegetali 

- cotti per base di preparazioni come frittate, torte rustiche, sformati

- cotti come condimento a risotti e pasta

spinaci.jpg
 
fave_edited.jpg

FAVE

Le fave sono i frutti della pianta erbacea Vicia faba, appartenente alla famiglia delle Leguminose. Sebbene l'Italia rientri tra i maggiori produttori di fave, insieme a Germania, Cina, Egitto, Etiopia e Marocco, sono considerati dei legumi 'minori' per il basso consumo medio da parte della popolazione. Le fave sono tra i pochi legumi a poter essere consumati freschi e crudi; sono conservati in baccelli verdi e lunghi, la cui raccolta avviene in primavera tra aprile e giugno.

PROPRIETA' NUTRIZIONALI

Le fave sono un'eccellente fonte di acido folico, potassio e magnesio. Sono ricche in proteine dette 'incomplete' in quanto mancano di alcuni amminoacidi. Forniscono, inoltre, una quantità elevata di fibre.

In particolare, la ricchezza in fibre rende le fave un ottimo alimento per diminuire l'assorbimento del colesterolo, stabilizzare la glicemia, regolare il transito intestinale e aumentare il senso di sazietà. 

IN CUCINA

- fresche: si possono consumare sia crude, private della pellicina, per accompagnare gli antipasti di formaggio, le insalatone oppure come spuntino; si possono consumare anche cotte in zuppe, vellutate, puree e burger vegetali

- essiccate: crude come snack ma prima di essere cucinate devono essere tenute in ammollo.

 

in arrivo!